Cerca

CASA E BIMBI ... COME CAMBIA L'ASSETTO DELLA CASA

L’arrivo di un figlio, che sia programmato o meno, è qualcosa di meraviglioso…e spesso impegnativo. Cambiano le routine, i tempi e le abitudini senza pensare alle varie esigenze. Chi arriva al secondo o al terzo figlio è già preparato, ma i neo genitori sono proiettati in un mondo tutto nuovo perché – diciamoci la verità – nulla può preparare una coppia all’arrivo di un bebè. Tra le migliaia di cose cambia anche la gestione dello spazio. L’appartamento che solo poco tempo prima sembrava perfetto per due ora risulta inadeguato. Le stanze sembrano rimpicciolirsi e magari quel bel soppalco che ci sembrava un’idea così bella e alternativa diventa improvvisamente un limite. Come ben sappiamo, una casa non è soltanto i suoi spazi interni: con un figlio si rivalutano le distanze dai servizi, la presenza di un giardino o la vicinanza alla casa dei nonni, insostituibile aiuto per molti novelli genitori. Molto spesso si matura così la decisione di cambiare casa, ma quali sono quindi gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione?


Lo spazio prima di tutto? Forse no!


Il primo istinto potrebbe essere di comprare una casa più grande delle proprie esigenze. Non fraintendiamoci, una casa spaziosa è sempre bella, ma i futuri genitori farebbero meglio a pensare in termini di organizzazione degli spazi, piuttosto che si semplice metratura.


Tutti sanno che i bambini sono degli adorabili generatori di caos. Non importa la quantità di metri quadri a disposizione, riusciranno comunque a portare il disordine in ogni angolo della casa. Proprio per questo motivo l’organizzazione degli spazi interni diventa determinante. Meglio una casa “a misura d’uomo” ma ben distribuita.


Le scale sono un esempio lampante: non parliamo solo di sicurezza, ma anche e soprattutto di comodità. Una casa su più livelli è l’ideale per coppie con figli già grandicelli, soprattutto quando questi iniziano a desiderare un po’ di privacy in più. Ma quando il bambino è piccolo, disporre di tutto su un solo piano è una grande comodità.


La presenza di una stanza in più, magari leggermente appartata, è fondamentale nel caso uno dei due genitori lavori in casa, così come un bagno di servizio/lavanderia diventa insostituibile.


E cosa dire dello spazio giorno? Una sala con cucina a vista può essere molto comoda perché permette di tenere d’occhio i bambini anche durante la preparazione dei pasti e lasciare loro la possibilità di esprimersi liberamente, di giocare o guardare la tv; d’altro canto, i genitori più apprensivi potrebbero desiderare un ambiente separato da poter rendere inaccessibile ai più piccoli.


Il disordine diventerà una presenza fissa della casa. La parola d’ordine diventa quindi strategia. La regola base è non accumulare. Molto meglio un arredamento di buon gusto, magari che strizza l’occhio al minimalismo, per avere una casa più leggera e ordinata, e se partite con tanti oggetti beh… è arrivato il momento di fare un po’ di decluttering! (eliminare ciò che ingombra).



Tra le cose da considerare, infine, c’è la posizione. La vicinanza ai servizi – supermercati, scuole, asili, parchi e spazi verdi, ospedali e pediatra – diventa cruciale perché permette di risparmiare tanto tempo. Con il passare degli anni i bambini si trasformeranno in ragazzi e vorranno più libertà di movimento.


Saranno impegnati in attività sportive e artistiche, vorranno raggiungere gli amici, dovranno raggiungere la scuola comodamente ed essere accompagnati fino a quando non potranno muoversi autonomamente con i mezzi.


Con l’arrivo di un figlio cambia tutto e il bello è che tutto è possibile: non esistono ostacoli insormontabili. Come genitori sarete chiamati a fare delle scelte per la vostra e la loro comodità: scelte che influenzeranno la qualità della vostra vita.


Non esistono decisioni giuste o sbagliate, esistono le vostre esigenze e quelle del bambino (o più d’uno, perché no?). L’importante è vivere sereni e godere del regalo più prezioso: la gioia della genitorialità.

Più le scelte saranno consapevoli, meno ostacoli incontrerete nell’essere felici.